Telefono : 0573 19 30 209

Appendicite

Home / HOME / Patologie Trattate / Appendicite

Appendicite

Per appendicite s’intende l’infiammazione dell’appendice vermiforme, estroflessione a forma di dito di guanto a partenza dal cieco. Riconosciamo la causa nell’ostruzione della cavità dell’organo cavo con conseguente moltiplicazione batterica. Tale ostruzione può essere dovuta a coproliti, a infiammazioni di origine virale a carico del tessuto linfoide, a parassiti, calcoli biliari o neoplasie.

 

Diagnosi

I sintomi più comuni comprendono dolore addominale che compare inizialmente a livello epigastrico per poi migrare al quadrante inferiore destro dell’addome, nausea, vomito e diminuzione dell’appetito. Tuttavia, spesso, non si presenta con questi sintomi tipici e la diagnosi è affidata ad un attento esame anamnestico, clinico supportato da esami ematici e radiologici come l’ecografia. La complicanza più temibile è la perforazione dell’organo stesso e l’evoluzione in un quadro di peritonite.

Sarà compito del chirurgo valutare se il quadro clinico consente il trattamento medico o esiste un’indicazione chirurgica

 

Terapia

Il trattamento chirurgico per l’appendicite acuta è la rimozione dell’appendice. L’intervento è in anestesia generale e può essere eseguita a “cielo aperto”, ovvero con l’accesso alla cavità addominale mediante un’incisione praticata sul punto di Mc Burney, oppure per via laparoscopica. Anche questa seconda metodica può essere distinta nel tipo tradizionale, ovvero con tre piccole incisioni cutanee, o “single port”, che prevede un’unica incisione intra-ombelicale, con risultati estetici migliori (1).

 

Prenotazione Visita Medica Prenota Visita Medica